Medical Spa

Crescono anche in Italia le Medical Spa, luoghi a metà strada tra un centro benessere e una clinica di lusso, dove ai trattamenti tradizionali vengono affiancati veri e propri servizi di medicina estetica e curativa

di Clelia Torelli

Previous Next

Tutti sappiamo cos’è una Spa, parola spesso usata a sproposito per indicare un centro benessere. In realtà si tratta dell’acronimo di Salus Per Aquam, cioè uno spazio salutare dove ritrovare, attraverso percorsi acquatici, massaggi e trattamenti estetici, il giusto equilibrio psicofisico, concedendosi coccole e relax. Da qualche anno oltre a queste strutture, spesso all’interno di resort e hotel di livello medio-alto, riscuotono grande successo anche le Medical Spa. Nate negli Stati Uniti, frequentate abitualmente da star, ora “sdoganate” e sempre più diffuse in tutto il mondo. Negli ultimi anni, infatti, si è assistito a una trasformazione dell’offerta che dalla bellezza è sempre più orientata verso salute e benessere. Ma cosa sono le medical Spa? Si tratta di luoghi a metà strada tra un centro benessere e una clinica di lusso, dove ai trattamenti tradizionali vengono affiancati veri e propri servizi di medicina estetica e curativa, principalmente laser terapia, foto ringiovanimento, trattamenti al botulino, filler intradermici, peeling, ma anche talassoterapia, crioterapia, cure per patologie specifiche e dietologia. Sono strutture supportate e seguite costantemente da dottori specializzati in discipline mediche integrate che, previo un consulto iniziale, stilano un percorso da seguire tra dieta e terapie più adeguate in base alle esigenze: dimagrire, detossinare, ridurre lo stress, rigenerarsi o ringiovanire.Tutto questo in location lussuose, dotate di ogni comfort e in posizioni incantevoli.

Imperativo da parte degli albergatori per la realizzazione di una Medical Spa è avvalersi di consulenti preparati fin dal momento della progettazione, dagli aspetti architettonici e di design, alle luci e alle musiche di sottofondo, perché un elemento come quello sanitario non prevalga sugli altri schiacciandoli, ma sia veicolo, attraverso un filo conduttore che si fonda sulla scientificità di ogni trattamento, di una cultura della prevenzione, del benessere e della cura a 360°. Alcuni esempi virtuosi possono essere d’ispirazione.

Casi eccellenti

Pioniera in campo wellness, l’équipe medica del resort sardo Forte Village, in collaborazione con la Scuola Italiana di Talassoterapia, ha sviluppato 25 anni fa un metodo capace di potenziare gli effetti benefici dell’acqua grazie all’azione combinata di diverse gradazioni di temperatura e concentrazione salina. Tramite un percorso talassoterapico a sei vasche di acqua marina pura, ricca di magnesio e di sodio, che amplificano le proprietà curative e l’effetto detossinante, con programmi ad hoc. Particolare il Thalasso Massage, galleggiante, unico al mondo, perché eseguito nell’acqua ad alta intensità salina, in assenza di gravità e la Crioterapia all’olio di mare, trattamento che rivitalizza il microcircolo con l’olio liquido congelato a meno 40°.

Salute e bellezza”, invece, è il percorso benessere e di remise en forme della luxury medical Spa del Grand Hotel des Iles Borromées sul Lago Maggiore, a Stresa. Valutando lo stile di vita dell’ospite e la sua anamnesi, l’équipe medica elabora un programma di cure da seguire durante il soggiorno per raggiungere in modo efficace e rapido forma e benessere psicofisico. Attraverso l’alimentazione, la rigenerazione e il trattamento dei tessuti unitamente al lavoro personalizzato sul tono muscolare. La stesura di un programma alimentare e di mantenimento a fine soggiorno permette di conservare nel tempo i risultati raggiunti.

Discorso a parte merita il Centro Tao, sul lago di Garda, all’interno del Park Hotel Imperial, la prima Natural Medical Spa in Italia che, in oltre 30 anni di esperienza, ha creato un sistema di cure che coniuga i valori della medicina occidentale con gli antichi principi della medicina tradizionale cinese attraverso il Metodo dei Tre Riequilibri Tao: nutrizionale, energetico e fisico. Il primo si basa su un menu dietetico personalizzato, oltre a un vero e proprio corso per imparare a mangiare bene. Il secondo prevede una serie di terapie che stimolano i meridiani e i punti di agopuntura della medicina tradizionale cinese. L’ultimo si basa su un programma di rieducazione respiratoria, motoria e posturale, personalizzato. L’équipe del centro è costituita da medici, naturopati, nutrizionisti, trainer e terapisti Tao.

Si basa su programmi olistici di salute, seguiti da un qualificato team di medici e professionisti, nell’ambito di: detox-depurazione, dimagrimento e nutrizione, gestione dello stress, prevenzione e diagnostica il servizio MED dell’Adler Spa Resort Balance di Ortisei, collegato allo storico Adler Spa Resort Dolomiti. Il luogo ideale dove rimettere in equilibrio corpo, mente e spirito, trascorrendo una vacanza di rigenerazione. L’approccio olistico vede la persona come un tutt’uno di corpo, mente e anima, orientato alla prevenzione, ad anticipare i danni legati allo stress, a ricercare le cause e non i sintomi, al riequilibrio invece che alla cura, stimolando il naturale processo di autoguarigione del corpo. L’obiettivo è migliorare la salute attraverso percorsi diagnostico-terapeutici integrati e coadiuvati da strumenti innovativi, alimentazione sana ed equilibrata, attività fisica, e rigeneranti trattamenti Spa & Benessere. Un percorso che combina al meglio la medicina naturale e quella tradizionale.

Infine c’è L’Albereta, resort cinque stelle in Franciacorta, immerso in un parco secolare, nascosto tra colline coltivate a vigneti. Al suo interno c’è l’Espace Chenot che rappresenta un luogo di benessere assoluto, uno spazio dove dedicarsi esclusivamente alla cura di sé, secondo un metodo rigoroso fortemente radicato nei principi della medicina, in grado di riportare l’organismo alla massima forma psico-fisica e a ritrovare l’energia vitale. Tutto secondo i principi della Biontologia, la disciplina scientifica che coniuga i principi della medicina cinese con le più evolute tecniche della medicina occidentale, basata sulla comprensione dell’evoluzione delle risorse vitali dell’organismo umano nelle diverse età della vita. Tra i trattamenti all’avanguardia: la cura idro-energetica, la criolipolisi e la fotobiomodulazione LED per la tonificazione della pelle.

 

I NUMERI DEL WELLNESS

Il settore del wellness a livello globale è cresciuto del 12,8% negli ultimi due anni, da 3,2 trilioni di Euro nel 2015 a 3,6 trilioni di Euro registrati nel 2017, secondo la ricerca 2018 Global Wellness Economy Monitor rilasciata dal Global Wellness Institute: una aggiornata evidenza del fatto che il wellness si conferma come uno dei settori che stanno crescendo più velocemente a livello internazionale. Infatti, dal 2015 al 2017, l’economia del wellness è cresciuta del 6,4% all’anno, quasi il doppio rispetto alla crescita economica globale (+3,6%). Il settore complessivo del wellness rappresenta il 5,3% dell’economia mondiale. Il report ha anche sottolineato la recente crescita che il settore ha registrato sul mercato Europeo in generale e Italiano in particolare.

TURISMO WELLNESS

Mondo – Il mercato mondiale del Turismo wellness che vale 552 miliardi di Euro è cresciuto del 6,5% nel triennio 2015-2017, un dato più che doppio rispetto alla crescita del mercato del turismo in generale nello stesso periodo che si è attestata al +3,2%. Nel 2017 sono stati effettuati 830 milioni di viaggi wellness, 139 milioni in più rispetto al 2015, e oggi il turismo wellness rappresenta il 17% dell’intero mercato del turismo.

Italia – L’Italia si classifica al decimo posto come mercato per il turismo wellness con un fatturato totale di 11,6 miliardi di Euro, in crescita rispetto ai 11 miliardi del 2015. L’Italia si classifica inoltre al 12° posto per crescita del numero di viaggi wellness che nel 2017 si sono attestati a 13,1 milioni, in crescita di 2,7 milioni rispetto al 2015. Oggi il comparto del turismo wellness impiega circa 150,000 persone in Italia.

SETTORE SPA

Mondo – Il mercato mondiale delle Spa è cresciuto dagli 85,2 miliardi di Euro del 2015 al 102,7 milardi nel 2017, registrando una crescita annua del 9,8%, un ritmo di crescita molto più alto di quello registrato nel triennio 2013-2015 che si era attestato al 2,3%. Il numero di Spa è cresciuto dalle 121.595 del 2015 a oltre 149.000 nel 2017.

Italia – L’Italia è il sesto mercato al mondo nel settore Spa con un fatturato di 2,8 miliardi di Euro nel 2017, in crescita del 32% rispetto ai 2,1 miliardi del 2015. In Italia si contano quasi 4000 Spa, in forte crescita rispetto alle circa 3000 del 2015, che impiegano 83 mila persone.

SETTORE TERMALE

Mondo – Il settore delle terme, in termini di fatturato, è cresciuto a livello globale dai 44 miliari di Euro del 2015 a 48,6 miliardi registrati nel 2017, mentre in termini di strutture è cresciuto da 27.507 centri termali a 34.057. Il settore è fortemente concentrato in Europa e nell’area Asia-Pacific, che assieme totalizzano il 95% del fatturato mondiale del comparto.

Italia – L’Italia si posiziona al 5° posto mondiale nel mercato delle terme superata solo da Cina, Giappone, Germania e Russia. Il mercato italiano vale 1,5 miliardi di Euro all’anno e conta 768 strutture termali.