Le case sull’albero

Sono sempre più di tendenza tutte le soluzioni che permettono di trascorrere un soggiorno immersi nella natura. Fra tutte sono ricercatissime le case sugli alberi, come la Awen Tree House, una struttura ricettiva costruita dall'azienda Sullalbero che sorge in un parco verde dove è possibile godere della natura in un totale e piacevole isolamento

di Vittoria Baleri

Previous Next

In un momento storico così difficile per il nostro Paese come per il resto del mondo, ogni concessione allo svago ha subìto delle severe limitazioni e sembra quasi un insulto al bisogno, più grande e indiscutibile, di sicurezza. Per proteggerci ci viene chiesto, quindi, di isolarci.

Però c’è una dimensione che può conciliare questi due bisogni: si può soggiornare in una casa sull’albero. Una scelta di tendenza che riscuote molto successo, in Italia e all’estero. Molte strutture ricettive le stanno costruendo a integrazione della loro offerta più tradizionale e strutturata, per offrire ai loro ospiti un’esperienza unica e indimenticabile. Emblematico il caso di una struttura ricettiva che sorge in Umbria, a Castiglione del Lago. È una casetta inserita in un piccolo bosco di lecci all’interno di un parco verde di un ettaro, costruita sugli alberi: nessuna sala comune, nessun contatto con il resto degli ospiti della struttura.

Si chiama Awen, una parola gallese che indica quel soffio, quella brezza dell’ispirazione poetica, un invito a riscoprire o a cercare per la prima volta la connessione con la Madre Terra e i suoi elementi. Il valore aggiunto di questa proposta è, infatti, rappresentato dagli alberi. “L’albero è un’immagine di forza”, spiega la proprietaria della Awen Tree House, Fiammetta Cotti, “le sue radici sono ben salde al terreno, il suo tronco conserva tutti gli anni vissuti e la sua chioma è un saluto al cielo. Gli alberi sono la vita, ospitano animali, danno ossigeno, assorbono i gas serra. Dormire tra gli alberi è come dormire avvolti in un abbraccio di vita”.

Immersi nella natura

DalIa terrazza della casa sull’albero si può osservare e godere della natura senza arrecare alcun disturbo alla fauna circostante; è un buon punto di osservazione. “Credo nella potente energia della Natura”, continua Fiammetta Cotti, “e nelle sue rappresentazioni: il passaggio di un animale selvatico che inaspettatamente sorprende, un nido tra i rami degli alberi circostanti, il volo leggero dell’Airone Cenerino che sosta al laghetto, gli assioli e i barbagianni che si distinguono anche al buio”. Sensazioni ed emozioni che solo la natura è in grado di offrire.

La Tree House è stata costruita secondo i criteri della bioedilizia; è interamente in legno e l’isolamento termico e acustico è in fibra di canapa. La struttura è dotata di una camera matrimoniale, un bagno con cabina doccia emozionale per due persone, un soppalco e una terrazza da cui osservare, da sette metri di altezza, fauna e avifauna di passaggio richiamata dal laghetto e dal parco circostante, vicino al lago Trasimeno.

Tante case sull’albero, in tutta Italia

L’architettura organica realizzata sugli alberi a Castiglione del Lago dall’azienda Sullalbero è oggi di grande attualità insieme al desiderio di estraniarsi e di cercare un posto in cui lavorare, rilassarsi, coltivare le proprie passioni lontano dalla folla… proprio come il Barone Rampante di Calvino.

Le casette sull’albero possono essere di ispirazione contemporanea o tradizionale, originali nell’involucro esterno, confortevoli negli interni e anche dotate di eccellenti prestazioni energetiche. Relais Tenuta il Cigno Treehouse a Villanterio, in provincia di Pavia, Nordic Treehouse sul Lago di Garda, Terrazza Parco Teresio Olivelli a Tremezzo in provincia Como, sono solo alcuni dei numerosi progetti realizzati dall’azienda Sullalbero che esprimono le potenzialità di uno stile edilizio sofisticato e sempre più di tendenza anche nell’ambito turistico ricettivo.