Stanco di aspettare i tuoi ospiti?

Con SenseDoor di GFP Lab, l’accesso automatizzato h24 è servito

di Marta Germani

Previous Next

Col diffondersi di affittacamere e appartamenti e non ultime le precauzioni per il contenimento dell’epidemia Covid-19, la gestione dell’arrivo in autonomia dell’ospite è requisito fondamentale per un sistema di controllo accessi alberghiero.

GFP Lab, azienda Riminese specialista dell’automazione Hotel, offre diverse soluzioni per  l’invio di chiavi virtuali all’ospite affinché possa arrivare fino in camera senza l’intervento o la presenza di personale sul posto.

Oltre all’utilizzo di chiavi RFID, che però devono essere in qualche modo consegnate di persona, i lettori di SenseDoor riconoscono l’ospite tramite un semplice PIN, un messaggio SMS o anche con una App. Tutte le istruzioni sono inviate automaticamente via e-mail al cliente al momento del pre-check-in. Naturalmente tutte le chiavi hanno valenza limitata al soggiorno dell’ospite e possono essere revocate in qualsiasi istante, anche da remoto.

Qualora lo si desideri, le utenze di camera (luce principale, clima, TV, ecc…) possono venire automaticamente attivate soltanto in presenza di qualcuno in camera, sia essa rilevata tramite chiave RFID o sensore di prossimità.

SenseDoor è una soluzione retrofit, ovvero adatta a ogni struttura. La centralina di comando è installabile sia sulla cornice della porta, in scatola 503 o quadro di camera.  E’ disponibile in due colori (nero e bianco) e anche in variante stand alone (ovvero senza software, senza richiedere cablaggio strutturato).

Che aspetti? Offri ai tuoi ospiti la libertà che meritano, e concediti sonni tranquilli.

Per saperne di più: Sense Door