Parador Cirqa

Sorge nel cuore di Arequipa, in Perù, il nuovo Parador Cirqa di Ignacio Màsias

di Agnese Lonergan

Previous Next

Nel cuore della “Città bianca” che dà il nome alla regione di Arequipa, ai piedi del vulcano Misti, i turisti più attenti alla storia locale e alla ricerca di esperienze di viaggio di alta qualità possono fare affidamento sul nuovo parador Cirqa, ultima creatura di Ignacio Masìas, una delle maggiori personalità nell’hotellerie up level del Perù.

Il termine parador deriva da parada e indicava un punto di ristoro in cui far riposare i cavalli e trovare cibo e alloggio, e anche la sacrestia della Chiesa di Sant’Agostino nel 1883 svolgeva questa funzione.

Oggi la ristrutturazione ne ha ricreata l’atmosfera, trasformando il Parador Cirqa in un luogo che restituisce tutto il carattere della tradizione locale, caratterizzato da muri massicci, archi e colonne in candida pietra vulcanica. Undici le camere arredate con un elegante mix di mobili d’epoca e design e un’attenzione maniacale a dettagli e materiali.

La struttura è dotata anche di una piccola piscina in uno dei due chiostri e di mini-spa, mentre sulla terrazza un esclusivo ristorante propone ricette tipiche delle “picanterias” locali rielaborate in chiave gourmet.

Parador Cirqa restituisce tutto il carattere della tradizione locale, con i suoi muri massicci e con archi e colonne in candida pietra vulcanica