Pastrami Pink

È un rosa metallico, saturo e opalescente, quello che tinge e infiamma le superfici del Rare Pastrami Bar a Mosca. Un progetto sensuale e visionario di Crosby Studios

di Paola Camillo

foto di Mikhail Loskutov

Previous Next

Harry Nuriev, stavolta, ci strega con il total pink. Non più il Royal Blue, con cui il designer russo, fondatore di Crosby Studios, ha conquistato Instagram e il design americano, ma un rosa metallico, saturo e opalescente, che tinge e infiamma le superfici del Rare Pastrami Bar di Mosca, trasformando lo street food in un’esperienza sensuale. 

Lavorando su un locale preesistente – un vecchio ristorante francese – il design di Nuriev nasce da un contrappunto tra materiali e cromie selezionate. Il designer ha riportato alla luce l’intonaco originale del locale ma lo ha invecchiato per creare più profondità e atmosfera, e su questa base ha apposto dei fogli metallici laccati di un rosa ciclamino quasi elettrico. Per i pavimenti ha invece scelto il terrazzo mentre le sedute sono di legno chiaro. 

Per Nuriev, è sempre il colore il punto di partenza: “di solito a ogni progetto vengono assegnate due tonalità precise, che saranno poi combinate nello spazio come in una relazione esclusiva. I colori sono come le persone per me”, dice il designer. “La combinazione scelta per questo ristorante è proprio il connubio tra un colore classico e un materiale naturale: rosa e legno, che qui abbondano ovunque”.

L’idea di una relazione esclusiva tra materiali e colori informa tutto il Rare Pastrami Bar dove ogni forma è interconnessa alla successiva in un design visionario ma altamente organico. I bagni sono stati ad esempio inseriti e dissimulati all’interno di volumi cilindrici, posti in un angolo del ristorante, che funzionano da elementi scultorei e, visivamente, consentono di creare uno spazio unico. “Non volevo dividere lo spazio con un muro che avrebbe percorso tutta la sala – spiega Nuriev – così i cilindri sono diventati oggetti d’arte, aggiunti nel ristorante”.

La pavimentazione grigia a terrazzo è interrotta da gradini in cemento su cui sono stati posati dei cuscini lunghi in velluto che fanno da sedute ai piccoli tavoli circolari. Molte idee di design prendono spunto proprio dal piatto principale del locale, il Pastrami, una carne affumicata tradizionale della Romania, speziata e servita affettata tra due fette di pane. Per esempio il dettaglio luminoso delle lampade rotonde con il bulbo a incandescenza, è un chiaro riferimento alla griglia per l’affumicatura del piatto mentre, naturalmente, il colore rosa è un omaggio in chiave ironica ai toni rosa tipici della carne usata per la ricetta. 

Un immaginario molto diverso da quello del famoso “Deli” newyorkese specializzato in pastrami, dove Meg Ryan recitò la scena più famosa di “Harry ti presento Sally”. Eppure c’è un forte elemento di audacia che attraversa il design del locale e allo stesso tempo riflette la scena emergente dei locali di Mosca con i quali si sta rilanciando, già da diversi anni, un’immagine della città più innovativa ed eccitante.