Una vita da Stella

Anche dopo più di un secolo, design raffinato, cura artigianale di ogni singolo componente e ricerca industriale restano gli ingredienti della ricetta imprenditoriale di Stella. Felicemente sintetizzata in questo 2019 da importanti novità e dal 90° anniversario di una delle sue serie di maggiore successo

di Roberto Negri

Previous Next

Oltre cento anni di storia non si improvvisano. Soprattutto se sono fatti di successi imprenditoriali, modelli tanto iconici da essere entrati nell’albo d’oro del design, e un consenso di pubblico equamente riconosciuto a ricercatezza estetica e qualità funzionale. Ne sarebbe orgoglioso Pietro, fondatore di Rubinetterie Stella nel 1882 e artefice di un piccolo miracolo imprenditoriale che da Cireggio, sul lago d’Orta, prima si fa apprezzare per la grande accuratezza delle realizzazioni, poi, negli anni ‘20 e ‘30, avvia una vera e propria età dell’oro, iniziando la produzione di rubinetterie e creando alcune delle sue serie più rinomate e prestigiose come Italica, Eccelsa e Roma. Che ancora oggi affiancano le tante proposte contenute nel catalogo dell’azienda, frutto di collaborazioni che attingono al Gotha del design e includono i nomi di Norman Foster, Carlo Santi, Luca Scacchetti, Marco Piva, Maurizio Duranti, Michele De Lucchi, solo per citarne alcuni. Obiettivo, coniugare il know-how tecnico dell’azienda con la creatività e il talento dei più affermati designer. Ed è proprio grazie a questa esclusiva formula che i rubinetti Stella corredano da oltre un secolo le sale da bagno della migliore hotellerie internazionale e delle più lussuose abitazioni.

Novità e anniversari

In continuità con lo spirito che da sempre la anima, per Stella il 2019 è un anno di celebrazioni e di importanti novità. Le prime festeggiano i 90 anni di Eccelsa, una delle più fortunate collezioni dell’azienda piemontese, nata nel 1929, in pieno periodo cubista, che conserva ancora oggi il fascino ricercato dei suoi albori, quando fu concepita come “Serie Esagonale Extra Lusso“. Con le sue forme geometriche e sfaccettate, Eccelsa si inserisce armoniosamente anche in contesti di arredamento contemporanei grazie al suo aspetto scultoreo e alla dinamicità delle sue forme. Pur aggiornandosi nel tempo, i tratti distintivi alla base del suo successo senza tempo rimangono invariati. Tra questi, le maniglie decorate con placchette colorate a lavorazione “guillochè”, realizzate con le tecniche della più raffinata gioielleria, le varianti con maniglie a leva e le eleganti finiture, tra cui ottone, bronzo, argento, e la splendida versione in oro rosa. Un autentico oggetto di design senza tempo, che testimonia una straordinaria visione progettuale e produttiva.

E’ invece firmata dall’architetto francese Arnaud Behzadi una delle più recenti novità di Rubinetterie Stella, la serie Sirius, concepita con l’intento di dare vita a una linea di rubinetti dal carattere semplice e puro, in grado di esprimere un’allure di lusso e raffinatezza senza cedere all’esercizio estetico fine a se stesso. Le forme rotonde, senza nulla di superfluo, realizzate in ottone e con finitura oro inglese spazzolato, hanno fatto la differenza nel tratteggiare sin dai primi disegni una proposta sobria e discreta, che fonda la sua ricercatezza nella pulizia dello stile. Fra i dettagli che meglio simboleggiano l’anima unica di Sirius troviamo la superficie in rilievo delle maniglie, sapientemente lavorata per ottenere sofisticate scanalature. Inoltre, a evidenziare l’attenzione dell’azienda nell’offrire soluzioni personalizzate per le più diverse esigenze estetiche e funzionali, Rubinetterie Stella ha predisposto per questa collezione dieci diverse finiture, dal prezioso oro al tradizionale cromo, fino al bronzo nero e all’elegante oro rosa, e creando appositamente per Sirius la nuova finitura oro inglese spazzolato.