The Lodge at Woodloch

Nuove aree relax per la spa del Woodloch, luxury resort nel nord est della Pennsylvania. Un progetto di Carl d’Aquino e Francine Monaco che hanno creato eleganti ed esclusivi “santuari” dedicati al benessere e alla contemplazione

di Roberto Negri

Previous Next

Dopo undici anni trascorsi a coccolare ospiti provenienti da tutto il mondo, anche per The Lodge, la Spa del pluripremiato resort Woodloch, immerso nell’incontaminata regione statunitense del Poconos, è arrivato il momento di prendersi cura di sé. Incaricati del restyling Carl D’Aquino e Francine Monaco, fondatori dell’omonimo studio di architettura, che hanno progettato nuove aree relax creando atmosfere sofisticate e senza tempo, in sintonia con la rustica eleganza dell’edificio.

Due gli spazi relax ridefiniti: Whisper, un vero e proprio santuario dedicato al silenzio e alla meditazione, e Gether, una Social Suite con comode sedute disposte in piccoli gruppi per incoraggiare l’interazione fra gli ospiti e una conversazione tranquilla mentre ci si rilassa dopo un trattamento. Dettagli e finiture strizzano l’occhio a un linguaggio progettuale moderno ma dai tratti morbidi e accoglienti, declinati in tinte luminose.

Più che raddoppiate le aree dedicate al femminile, mentre un patio e nuovi arredi inside-out – altalene, lettini, alcove sospese – arricchiscono l’area dedicata agli uomini. “Abbiamo riorganizzato gli ambienti del The Lodge, ricercando una più diretta relazione con l’incredibile paesaggio naturale in cui il resort è immerso”, racconta Carl D’Aquino, “coniugata sia con la dimensione intima del benessere personale, sia con la sfera sociale degli spazi d’incontro