Singita Kwitonda Lodge

Kwitonda Lodge in Rwanda è un progetto d’ospitalità sostenibile firmato GAPP Architects, in collaborazione con i designer Cecile & Boyd e con lo studio Hesse Kleinloog

di Sabrina Bergamo

Previous Next

Turismo e sostenibilità vanno di pari passo nelle suite costruite in Rwanda da Singita, brand che si occupa di ospitalità e conservazione in Africa da ben 26 anni. Nelle vicinanze del Volcanoes National Park in Rwanda sorgono infatti il nuovo Kwitonda Lodge, un complesso costituito da otto lussuose case indipendenti, e la Kataza House, una villa esclusiva che ospita quattro suite.

Il tutto inserito in un contesto naturale e selvaggio che è stato enfatizzato da un progetto sostenibile e rispettoso dell’heritage del luogo. Materiali da costruzione locali, una selezione di arredi realizzati in Africa e una particolare attenzione alle risorse sono stati infatti gli elementi chiave alla base del progetto di GAPP Architects in collaborazione con gli interior designer Cecile & Boyd e con Hesse Kleinloog di HK Studio.

All’esterno una sofisticata armonia tra natura e architettura, all’interno un’atmosfera suggestiva che riflette la forza e il fascino del luogo. Arredi dalle linee semplici ma dalla forte identità, particolari opere d’arte e suggestivi lampadari si integrano e si alternano ai materiali naturali dell’involucro in un riuscito gioco di armonie e contrasti.

Vivida e calda la tavolozza dei colori – tra i quali spiccano nero lava, verde kaki, ‘greige’ e arancio – che dialogano con il paesaggio che ovunque si affaccia attraverso le grandi finestre dei lodge. Anche le imponenti pareti in pietra lavica, i muri in mattoni, i rivestimenti in legno e i soffitti intrecciati e i colori caldi della terra si fondono con il paesaggio circostante, che diviene parte integrante del progetto, in un continuo dialogo fra interno ed esterno.

Le grandi finestre si trasformano così in spettacolari cornici sulla natura, strategicamente posizionate di fronte alla vasca da bagno o circondate da accoglienti sedute nella zona letto nelle quali rilassarsi e godere del panorama. Camini, piscine riscaldate e viste mozzafiato sui vulcani Sabyinyo, Gahinga e Muhabura completano infine il dehors delle suite.
Forte anche il legame con il territorio: molti artisti e costruttori locali sono stati coinvolti nella realizzazione del progetto, valorizzando così la cultura e il patrimonio artigianale e artistico africano.