Saturnia by THDP

THDP firma il restyling di Terme di Saturnia Natural Destination. Un luogo iconico che rinasce all’insegna di una ricercata fusion fra tradizione e contemporaneità

di Roberto Negri

foto di Giorgio Baroni

Previous Next

Una location naturale unica al mondo, i benefici delle acque termali, un intervento rispettoso delle architetture originali e contemporaneo nell’interior design. Sono questi gli ingredienti del complesso a cinque stelle Terme di Saturnia Natural Destination, che dopo il centenario festeggiato nel 2019 si presenta in una veste completamente rinnovata.

La firma è quella dello studio italo – londinese THDP, autore di un progetto che celebra il passato della struttura conservandone l’impianto architettonico e parte dei preziosi arredi reinterpretando gli interni in armonia con uno sguardo originale, moderno e al tempo stesso rispettoso della forte identità del territorio.

Elemento centrale dell’intervento è l’acqua, che a Saturnia offre il suo volto più suggestivo. A crearlo è la particolare conformazione geologica delle terme, che sgorgano da un cratere sul Monte Amiata e formano incantevoli cascate e piscine naturali in cui l’acqua si rinnova a intervalli di sei ore. Una straordinaria tonalità celeste, i mulinelli creati dal sinuoso percorso sotterraneo delle acque e tutti i fenomeni naturali di erosione e modellazione della roccia sono stati altrettanti elementi ispiratori di un interior design che ne riprende le suggestioni estetiche, come nei corpi illuminanti in vetro increspato che riproducono i riflessi naturali dell’acqua proiettandoli sulle pareti.

Le cascate del Mulino hanno invece ispirato il design dell’area reception, realizzato in collaborazione con artigiani locali che hanno creato tavoli ossidati e maniglie bronzate riproducendo sul metallo la corrosione naturale dovuta alle acque sulfuree. Di ispirazione naturale è anche la palette dei colori, suggerita dal panorama delle Terme, in cui tonalità cromatiche che spaziano dal calore dell’ocra – esplicito richiamo alla campagna toscana insieme all’ulivo al centro del patio – alla vivacità del turchese e al blu petrolio si alternano nelle diverse aree del resort.

L’ingresso dell’hotel accoglie gli ospiti nei due ambienti distinti ma collegati della hall e della reception, che prospettano da un lato sulla sorgente d’acqua sulfurea, dall’altro sul suggestivo panorama naturale. Qui un grande camino offre un’immediata sensazione di calore e familiarità, mentre una grande vetrata, fra gli elementi originali conservati, incornicia l’ulivo del patio dove  gli ospiti possono sostare accomodandosi sulle sedute che attrezzano l’area.

Una novità introdotta dal progetto è invece il bar “pop-up”, uno spazio multifunzionale e flessibile dedicato alle degustazioni. A fare da sfondo agli eventi enogastronomici è un live wall verde, che funge anche da elemento di separazione dalla sala buffet, mentre la Sala Bianca è uno spazio lounge valorizzato da arredi artigianali in stile toscano. Elemento di grande suggestione è il patio centrale, arredato con un mix di elementi classici e contemporanei che valorizzano il giardino interno disposto intorno all’ulivo, in cui oggetti d’arte, manufatti artigianali in terracotta e dettagli in travertino evocano l’essenza e lo spirito del territorio.

Nel rivedere le aree comuni il progetto ha privilegiato un costante dialogo fra interno e esterno ricercando un effetto di ininterrotta continuità, dall’impianto di illuminazione, che riproduce sul soffitto dell’ingresso i riflessi dell’acqua, alle prospettive verticali evocate da una grande scultura che richiama le cascate del Mulino.

Anche qui la contaminazione fra classico e contemporaneo è ottenuta affiancando agli arredi originali elementi dal design moderno, come i due grandi divani lounge disposti intorno al camino della hall. Contaminazione all’insegna del massimo comfort è il leit motiv anche del restyling delle 132 camere. Qui i pavimenti in moquette sono stati sostituiti da un elegante parquet oliato in noce, tappezzerie e tendaggi rinnovati con tessuti in tonalità dal turchese al blu petrolio, alcuni dei quali creati in esclusiva per le Terme da THDP, i rivestimenti originali in travertino restaurati e le aree bagno aggiornate con rivestimenti e componenti di design. Il design  dei nuovi arredi è ispirato alla grande tradizione del pellame toscano, che riveste i mobili ed è impreziosito da dettagli in metallo e motivi stampati anch’essi ideati da THDP.