Réva, borgo di eccellenze

Réva Resort svela il suo nuovo progetto: un borgo di eccellenze a Monforte d’Alba. Un progetto di prestigio che porterà la firma di Jean-Michel Wilmotte & Associés

di Marta Germani

Previous Next

Nei prossimi tre anni, Réva Resort ha in progetto di ampliare la sua struttura ricettiva per offrire un’esperienza di soggiorno unica e di livello ancora più alto tra i suoi vigneti di Monforte d’Alba, un luogo dove tutta la bellezza e l’autenticità delle Langhe si esprimono al meglio.

Il progetto di sviluppo della struttura, curato dallo studio di architettura e di design Jean-Michel Wilmotte & Associés e fortemente voluto da Miroslav Lekes, proprietario di Réva, vede come cardini principali l’ampliamento della capacità d’accoglienza e la riabilitazione delle cantine, il cui edificio sarà dedicato al nuovo ristorante in collaborazione con lo chef pluristellato Yannick Alléno.

Come sostiene Daniele Scaglia, direttore di Réva resort: «Senza andare a intaccare l’essenza di Réva e della sua offerta, da sempre vicina al territorio, vogliamo fare sempre meglio sia a livello di servizi, sia dal lato strutturale. Questi lavori ci permetteranno di fare un grande passo in avanti su entrambi i fronti, senza tralasciare quello gastronomico. Già non vediamo l’ora che i lavori siano
completati».

In programma, oltre alla creazione di un nuovo ristorante gastronomico (con 54 coperti tra sala e terrazza, per un totale di 162 mq, con cucina e zona di preparazione a vista), c’è uno spazio multifunzione adibito a meeting ed eventi privati. Inoltre, si prevede la realizzazione di una nuova piscina esterna a corridoio lunga 25 m, con solarium di ampia metratura per accogliere un maggior numero di ospiti.

É poi in progetto la costruzione di un edificio su due piani che ospiterà dieci nuove camere e suite, alcune con terrazza e altre con giardino, solarium privato e accesso diretto alla piscina. Contemporaneamente, avverrà la creazione di una nuova reception e la trasformazione dell’attuale ristorante in bistrot.

Il design degli interni farà ampio uso di materiali naturali e nuance minerali, tanto nel ristorante come nelle camere, così da fondersi perfettamente con l’ambiente circostante. L’inizio dei lavori è previsto per i primi mesi del 2021. Il termine auspicato per la prima fase della ricostruzione è per la fine del 2022.

Assieme ai già presenti golf, spa e area benessere, e di pari passo con lo sviluppo dell’omonima azienda vitivinicola, Réva resort continua dunque il suo percorso di sviluppo per raggiungere i suoi obiettivi in termini di servizi, puntando a diventare un vero e proprio borgo di eccellenze sul territorio.