Palm Suites, esotico e coloniale

Esuberanti, esotiche e decorate con colori audaci che si diffondono su motivi floreali: sono le nuove Palm Suites che Giorgia Dennerlein ha progettato per Manfredi Fine Hotels Collection

Previous Next

In un edificio del Settecento a Roma, a pochi passi dai giardini dei Fori Imperiali e con suggestivi affacci sulla Basilica di Massenzio e sul Colosseo, Giorgia Dennerlein dello studio Loto Ad Project ha firmato gli interni delle nuove Palm Suites. Cinque residenze di lusso che vanno ad arricchire la Manfredi Fine Hotels Collection.

Un progetto che, tra richiami classici e tocchi vintage, ha come leit motiv il motivo della palma, ovvero l’albero che adorna la capitale fin dai tempi di Svetonio e che ha conosciuto la sua massima gloria in epoca fascista, durante il periodo coloniale, quando l’Italia amava addobbarsi in stile africano per ricordare i suoi fasti e le sue conquiste.

Per chi vive nella capitale, le palme sono un elemento familiare, come le fontanelle e i sanpietrini, appartengono al nostro paesaggio urbano, da Piazza Cavour a Villa Celimontana, dalla scalinata di Piazza di Spagna al Colle Oppio, fino  ai piedi dei Fori Romani. Possiamo definirlo addirittura l’albero simbolo di Roma” spiega Giorgia Dennerlein, che proprio nell’anima coloniale ed esotica della città trova il mood del suo progetto.

Temi afro e floreali

Su una struttura antica, caratterizzata da soffitti lignei a volta e da mattoncini faccia a vista, Dennerlein ha operato una ristrutturazione leggera in cui il vero protagonista è il colore. Un elegante pavimento in listoni di legno a spina continua fa da sfondo a una tinteggiatura di colore grigio nuvolato sulle pareti, ottenuto da tinte naturali che vanno a ossidarsi nel tempo, mentre porte e cornici sono laccate in un grigio perla lucido, per conferire all’ambiente vibranti tocchi di luce.

Nell’arredo si alternano tessuti naturali, cotoni stampati africani e fibre tessili di polipropilene intrecciate a mano. Colori vitaminici e fantasie esotiche predominano in tutti gli imbottiti e nelle testate dei letti disegnate ad hoc e nelle quali la paglia di Vienna si abbina ai tessuti stampati in tema palmizio e floreale, riproposto anche nelle carte da parati e nei corpi illuminanti.

Qui e là busti romani e dettagli in travertino giallo rievocano la Roma Imperiale, mentre i bagni sono rivestiti in tatami intrecciato in fibra sintetica con una fascia di specchio a fare da cornice. Infine, il tema floreale e palmizio ricorre anche nell’area lounge, esaltando la connessione fra l’interno e gli affacci esterni sui giardini dei Fori, quasi a creare un indoor outdoor immediato e naturale.