Nuovi Trend Colore

Consultando designer, architetti e creativi, gli specialisti del Global Aesthetic Center di AkzoNobel trasformano ogni anno intuizioni in tendenze. E danno vita a una tavolozza di colori che rispecchia i nuovi modi dell’abitare gli spazi fluidi della contemporaneità

di Alessia Delisi

Previous Next

Ogni anno ad Amsterdam il Global Aesthetic Center di AkzoNobel invita esperti di analisi e tecnologia, designer, architetti e creativi di ogni campo a condividere suggestioni, idee e tendenze di tutto il mondo. Nasce così Colour Futures che trasforma queste intuizioni nel colore dell’anno, affiancandogli quattro diverse palette da impiegare con successo negli spazi più disparati, inclusi quelli dell’ospitalità. Attraverso l’analisi degli stili di vita, l’edizione 2020 ha tracciato un quadro delle principali tendenze a venire, sottolineando come le tinte neutre stiano assumendo sempre maggiore importanza, con un interesse crescente per la scala dei grigi. «Quando si guarda al modo in cui le nostre palette Colour Futures si sono evolute nel corso degli anni, si possono tracciare le fluttuazioni del gusto dei consumatori per quanto riguarda i colori e individuare le connessioni con ciò che sta accadendo nel resto del mondo», spiega Heleen van Gent, Creative Director del Global Aesthetic Center.

Quattro tendenze dell’abitare contemporaneo

Quali fattori sociali ed economici influenzeranno il modo in cui i consumatori vivranno nei prossimi anni? Cosa li terrà impegnati? Come lavoreranno, si rilasseranno e socializzeranno? Sono queste le domande a cui Colour Futures 2020 ha cercato di rispondere, traducendo gli interrogativi in quattro ambienti ben definiti. Il primo trend riguarda la nostra dipendenza dalla tecnologia e dai social media e la volontà, per converso, di stabilire relazioni reali significative – con le persone, con la natura, con l’ambiente circostante – chiedendoci in che modo possiamo riscoprire i benefici dell’interazione e della cura reciproca. La seconda tendenza parla invece di gioia e del bisogno di trovare interesse nel mondo reale. Gli analisti di AkzoNobel hanno osservato un incremento delle esperienze ludiche, interattive e immersive come alternativa agli eventi più tradizionali. Il desiderio di evadere dalla routine si traduce così in ambienti sempre più stimolanti, che facciano sentire vivi chi li frequenta. Il terzo trend rivela come in un mondo sempre più frenetico e digitalizzato le persone sentano la necessità di fare silenzio, abitando spazi privi di distrazioni inutili, ma al contrario focalizzati su ciò che può dare senso all’esistenza. Quarta e ultima tendenza è quella che vede un aumento della creatività in opposizione allo sviluppo della robotica; nascono spazi che raccontano storie, che attraverso l’artigianato riscoprono abilità perdute.

Tranquil Dawn

È insomma, secondo gli specialisti del Global Aesthetic Center, l’alba di una nuova era, un momento, raro e straordinario, pieno di possibilità inaudite per il genere umano. Per questo le tonalità che meglio rappresentano le principali tendenze attuali sono quelle soft che trovano ispirazione nella calma del cielo mattutino. Tranquil Dawn è nello specifico il colore del 2020, una tinta delicata che si rifà all’alba e si situa tra il verde, il grigio e il blu, con un effetto che cambia a seconda di come viene abbinata. Da qui si sviluppano quattro palette applicabili ad ambienti differenti, a seconda del significato che si voglia dare loro. Care, Play, Meaning e Creativity sono così i nomi delle tavolozze capaci di tradurre i trend del momento.

Care, Play, Meaning e Creativity

Ognuna di queste palette è rappresentativa di un mood e può quindi contribuire a dare nuove prospettive agli spazi dell’hospitality, con il versatile Tranquil Dawn che gioca un ruolo diverso a seconda di come viene abbinato. La prima palette, riassumibile nel termine Care, ricorda una nebbiosa mattina di primavera, dove i colori dell’alba si confondono gli uni con gli altri. Legno chiaro e pelle scamosciata sono usati insieme a lana e velluto per dare calore; argento, oro, rame e madreperla conferiscono una preziosità accentuata dalla presenza di piante e stampe botaniche. Con il nome Play si fa invece riferimento a una gamma di toni capace di portare vitalità agli ambienti. Accostato a motivi geometrici e colori audaci, come il giallo e il corallo, Tranquil Dawn crea atmosfere che ricordano le luminose giornate estive. Un’aria quasi monastica è poi quella di Meaning, che trasforma l’ambiente in uno spazio per il silenzio e la contemplazione. Il grigio si fa predominante, evocando l’orizzonte di un freddo mattino d’inverno, con la tinta dell’anno al centro. Linee pulite si affiancano a legno naturale, pelle e lino, nonché al cemento appena lucidato. Creativity è infine la quarta e ultima palette che richiama l’autunno, con i suoi verdi e l’ocra terrosa. Materiali classici come legno, pelle e ceramica sono impiegati in modo contemporaneo, accostati a stampe floreali e tessuti hand made per spazi eclettici e ricchi di suggestione.