NH Valencia Colon

Inaugurato l’NH Collection Valencia Colón: un mix di eleganza e di comfort unici. Un progetto di design la cui regia è stata affidata decoratore spagnolo Lorenzo Castillo

di Agnese Lonergan

Previous Next

Ispirato allo stile del pittore valenziano Sorolla, il nuovo NH Collection Valencia Colón si distingue per la sua eleganza e per le candide facciate che spiccano tra gli edifici cittadini nella splendida Carrer de Colón. Un progetto emblematico guidato dal prestigioso decoratore spagnolo Lorenzo Castillo, che ha seguito il design degli interni dell’hotel situato nell’ex Dipartimento regionale dell’Economia, dell’Industria, del Commercio e del Turismo, un edificio caratterizzato da uno stile classico e arioso, il cui patio posteriore presenta una facciata caratterizzata da archi semicircolari, pilastri e frontoni che preservano inalterato il loro fascino storico.

Un omaggio all’Art Déco

Raffinati gli ambienti, che invitano a scoprire un’era diversa a ogni angolo: l’ingresso rende omaggio al movimento Art Déco americano, ai ruggenti Anni Venti e ai club underground dell’epoca del proibizionismo. Uno stile inconfondibile che si riflette nelle pannellature in legno di quercia laccato nero e negli specchi incastonati in spesse cornici squadrate e intarsiate, appesi a grandi altezze. Per alleggerire il peso della struttura in legno laccato, la parte superiore è stata decorata con una tappezzeria esotica, un esclusivo tzutzani turchese di origine turca, di gran moda nei club per fumatori all’inizio del secolo.

Anche in tutto il piano nobile, che conduce ai saloni e alla sala da pranzo, Lorenzo Castillo ha scelto di continuare con la stessa fonte d’ispirazione. La sala principale ricorda un tipico club newyorkese, con grandi divani chester dall’inconfondibile trapuntatura a bottoni, un paio di camini e con studiati abbinamenti di tessuti, dettagli e materiali. Castillo, inoltre, ha anche cercato di attualizzare e alleggerire l’ambiente, modificando la tradizionale palette di colori dell’epoca e optando per un verde inglese tipico del XVIII secolo, accostandolo ai toni del rosso e del blu.

Per la sala d’inverno, al contrario, è stato studiato un look più fresco, dallo stile che richiama le inconfondibili serre e verande delle dimore di epoca vittoriana. Caratterizzato da sfumature di verde, in un complesso gioco di pareti dalle più svariate finiture, questo ambiente combina specchi, grate intrecciate e wallpaper in stile Art Déco con decori geometrici.

Le stanze sono invece ispirate a diverse culture e latitudini. La stanza francese presenta un letto a baldacchino a la polonaise e mobili dai toni bianchi e grigi, impreziositi da dettagli dorati. La stanza inglese è decorata nei caldi toni del viola, con dorate sfumature d’ocra, specchi a oblò e una testata del letto in stile georgiano a contrasto, mentre la stanza indiana è un vero e proprio omaggio al Taj Mahal e ai suoi tipici colori, combinando bianco e blu nelle pareti in marmo.