Mandarin Oriental Hyde Park

Dopo la riapertura degli spazi pubblici nel dicembre 2018, l'hotel presenta oggi due nuovi attici e le nuove camere e suite, di cui la maggior parte offre una splendida vista su Hyde Park e sullo skyline di Londra.

Previous Next

Il Mandarin Oriental Hyde Park a Londra riaprirà il 15 aprile 2019, dopo aver completato il più ampio restauro dei suoi 117 anni di storia. Dopo la riapertura degli spazi pubblici nel dicembre 2018, l’hotel presenta ora due nuovi attici e le nuove camere e suite, di cui la maggior parte offre una splendida vista su Hyde Park e sullo skyline di Londra.

Aree Pubbliche
La prima fase della ristrutturazione è stata svelata al pubblico nel settembre 2017. Joyce Wang è stata incaricata di trasformare l’area della Lobby Lounge e della Reception, che ora si fondono perfettamente con l’arredamento naturale di The Rosebery. I materiali contemporanei, incluso l’acrilico, sono contrapposti a finiture più tradizionali come il legno di radica bionda. I lampadari in vetro all’entrata esaltano l’ingresso, mentre l’opera d’arte all’interno della reception realizzata da Fredrikson Stallard rappresenta un’astrazione della trama e degli strati di corteccia di un platano, albero tipico di Hyde Park.

Camere e Suite
La designer di fama internazionale Joyce Wang ha supervisionato la riprogettazione di tutte le camere e suite e si è occupata della realizzazione dei nuovi attici dell’hotel, lasciandosi ispirare da Hyde Park e dal fascino dell’età dell’oro dei viaggi del primo Novecento. Tutte le 181 camere e suite sono oggi ancora più lussuose e confortevoli, con dettagli d’ispirazione art déco, raffinate opere d’arte e mobili realizzati su misura. Le 40 suite hanno dimensioni che variano dai 47 mq (per quelle situate tra le torrette dell’hotel) fino a 444 mq, come la nuova Mandarin Oriental Penthouse con tre camere da letto e terrazze private. I due attici Mandarin Penthouse e Oriental Penthouse possono essere collegati per creare una delle suite più grandi di tutta Londra, con tre camere da letto, tre bagni, una sala da pranzo privata, due cucine e vista spettacolare sulla città e Hyde Park. Gli ospiti troveranno accortezze speciali in ogni camera, come librerie con titoli selezionati dalla storica libreria londinese Heywood Hill, fino ai tappetini per lo yoga. Tutte le sistemazioni sono dotate di piastre per capelli GHD, macchine da caffè Nespresso, prodotti da bagno Miller Harris e prodotti per capelli Jo Hansford.

La Spa
Il designer newyorkese Adam D. Tihany ha supervisionato la riprogettazione della Spa at Mandarin Oriental London che dispone di 13 cabine trattamenti, una Oriental Suite con due lettini per massaggi e un bagno Rasul, una sala progettata per i tradizionali trattamenti di Medicina Cinese ASANTE e un Bastien Gonzalez Pedi:Mani:Cure Studio – il primo nel Regno Unito.

Il Ristorante e il Bar
Adam D. Tihany ha anche curato la ristrutturazione di Dinner by Heston Blumenthal, Bar Boulud, London e Mandarin Bar. The Rosebery, noto come Bennett Tearoom negli anni ’20, offrirà uno speciale Afternoon Tea degli anni ’20, mentre il Mandarin Bar propone una serie di cocktail speciali che prendono il nome da ospiti celebri ed eventi iconici che si sono svolti all’interno dell’hotel.

Spazi per Eventi
Dopo aver ospitato feste reali ed eventi glamour dagli anni del 1900, la Ballroom e la Loggia dell’hotel sono state restaurate con cura per includere nuovi dettagli dorati 24 carati. Sia la Ballroom che la Loggia hanno accesso diretto dal parco attraverso l’ingresso reale privato. Il rinnovo include anche la bellissima Butterfly Terrace, dipinta a mano dall’artista Leah Wood, e due nuovi spazi per riunioni, Asquith e Balfour, per meeting privati e serate speciali.