Kisawa Sanctuary

Un’architettura fluida, in connessione con la natura. Nina Flohr firma a Benguerra, in Mozambico, il resort a cinque stelle Kisawa Sanctuary

di Tullio Castiglioni

Previous Next

Ha aperto ad aprile 2021, ed è già un luogo iconico. Fatto di natura incontaminata, panorami impareggiabili e un concept di ospitalità fondato sulla relazione fra uomo e natura.

È il Kisawa Sanctuary, resort a cinque stelle sull’isola di Benguerra in Mozambico: 300 ettari lungo 5 chilometri di coste incontaminate la cui anima e artefice è la creativa e filantropa Nina Flohr. I suoi bungalow disseminati in dodici residenze disposte intorno al cuore del resort, il Kisawa Residence, offrono agli ospiti un’esperienza di soggiorno che coniuga benessere della persona, salvaguardia dell’ambiente e vocazione dei luoghi, cui rende omaggio un’architettura modellata fedelmente sugli stilemi isolani. E dove si può scegliere fra la più completa privacy o una full immersion nella straordinaria natura che circonda il resort.

Le abitazioni, i cui interni sono concepiti ognuno diverso dall’altro e con una propria combinazione di colori, offrono agli ospiti tutti i comfort per un’esperienza di benessere a tutto tondo, dalla spiaggia privata alla piscina a sfioro, e sono arricchite da oggetti d’antiquariato e arredi realizzati ricorrendo alla tradizione della manodopera artigiana del luogo. Ma nel Kisawa Sanctuary la ricerca della massima autenticità non significa rinuncia alla tecnologia, che anzi è presente in una delle sue espressioni più innovative.

Grazie al contributo di un team di progettazione multidisciplinare che ha permesso di esplorare e materializzare il concept del resort in ogni minimo dettaglio, la sua costruzione ha fatto ricorso a soluzioni all’avanguardia come la stampa 3D su sabbia, qui utilizzata sia per le strutture che in parte degli arredi in sostituzione delle più tradizionali tecniche costruttive al fine di limitare l’impatto ambientale.

L’esito è un’architettura fluida, le cui linee morbide riprendono e si fondono con quelle del territorio circostante creando una connessione istintiva fra uomo e natura. In ognuna delle residenze, collegate con l’esterno da grandi pareti vetrate scorrevoli, trovano spazio suite interconnesse composte da confortevoli camere da letto, zone giorno, ampi ambienti bagno dotati di vasche in pietra scolpite a mano, che offrono una straordinaria vista sull’oceano.

Oltre agli spazi comuni dedicati alla socialità e alla ristorazione il resort ospita anche il Natural Wellness Center, un centro benessere la cui architettura richiama le tipiche case circolari dell’isola e include spa, palestra e sale per meditazione, yoga e trattamenti wellness.