Kimpton Van Zandt

Parla un linguaggio cosmopolita il Kimpton Van Zandt, brillante protagonista dell’hotellerie del Lone Star State, come gli americani chiamano affettuosamente il Texas. Grazie a spazi che ne catturano alcuni fra i più iconici simboli, strizzando l’occhio alla vivace scena musicale locale

di Roberto Negri

Previous Next

Prende il nome da due gloriose figure come Isaac Van Zandt, ambasciatore del Texas, e Townes Van Zandt, leggenda del panorama musicale locale. Ed è davvero autenticamente texano l’accento del Kimpton Van Zandt di Austin, design hotel che Mark Zeff, interior designer di fama internazionale, ha concepito come uno scrigno che custodisce i segni più iconici del Lone Star State e della sua scena artistica.

Strategicamente collocato nei pressi della vivace Rainey Street e del centro cittadino, l’hotel, con le 278 camere e 41 suite, i suoi affascinanti spazi leisure e il Geraldine’s, il club ristorante al quarto piano che propone un’esclusiva ricetta di cucina locale e musica dal vivo, offre agli ospiti una full immersion nella più genuina e autentica essenza della cultura locale, un heritage in cui convivono felicemente raffinata eleganza e la rude asprezza degli uomini della Frontiera.

Note blues e luci soffuse

Il Van Zandt mette le carte in tavola sin dalla hall, dove le brillanti sospensioni composte da elementi a forma di tromba illuminano uno spazioso ambiente in cui convivono elementi d’arredo contemporanei e pezzi d’antiquariato, sintesi del mix fra tradizione e modernità che impronta questo affascinante design hotel.

La musica è l’altro grande filo conduttore del Van Zandt, con suggestioni a tema – selezionate dal Music Director Janice Bond –  disseminate in tutti i suoi spazi per ricreare il mood più adatto a ogni ora della giornata insieme ai colori e a uno studiato lighting design. Note blues e luce soffusa si alternano a tonalità più luminose e melodie Indie, mentre i riservati spazi della living room offrono agli ospiti un ambiente accogliente e ricco di ispirazioni.

Nelle camere, le tonalità blu e grigio pastello fanno da sfondo alle finiture grezze del  bronzo e del legno utilizzati per gli arredi, in cui spiccano oggetti d’arte a rappresentare il più genuino Texas Spirit. L’immersione nell’atmosfera della Frontiera è garantita anche dallo studiato orientamento delle camere, che offrono affascinanti vedute su alcuni scorci della città e del  suggestivo Lady Bird Lake.

Il Van Zandt offre una full immersion nella più autentica cultura texana, un heritage in cui convivono felicemente raffinata eleganza e la rude asprezza degli uomini della Frontiera

La musica è il grande filo conduttore del Van Zandt, con suggestioni a tema disseminate in tutti i suoi spazi, per ricreare il mood più adatto a ogni ora della giornata