Contract protagonista al Lambrate Design District

Al Fuorisalone 2019 Lambrate Design District esplora potenzialità inedite e va oltre i tradizionali confini del Contract che sarà raccontato in chiave moderna, a tratti avveniristica, attraverso una serie di eventi, mostre e installazioni dislocate in oltre 13.000 metri quadri di superficie espositiva.

Previous Next

Forte di 85.000 visitatori nell’edizione 2018, Lambrate Design District rafforza ulteriormente i rapporti con le realtà autoctone e risponde alle molte richieste di new entries italiane e internazionali. Obiettivo di Lambrate Design District per il Fuorisalone 2019 è consolidare la propria leadership per innovazione e avanguardia e amplificare, guidandolo, l’incontro reale tra domanda e offerta attraverso il coinvolgimento di player internazionali strategici che saranno promotori di momenti di contatto, scambio, confronto (conferenze e workshops) tra progettisti, aziende e imprenditori. Inoltre, per il secondo anno consecutivo è confermata la Call for entries dei Codega Award 2019 – International Design Prize, riconoscimento dedicato alle soluzioni e realizzazioni di eccellenza nell’illuminazione, appuntamento di riferimento per il mondo del lighting design con la partecipazione di importanti studi internazionali di progettazione provenienti da tutto il mondo. Il flusso di visitatori s’intreccerà quindi con la dimensione dell’imprenditoria, generando così un’estesa rete commerciale e comunicativa dal respiro internazionale.

I protagonisti
Per il settimo anno consecutivo, presso l’iconica location di via Massimiano 6 / via Sbodio 9, si terrà l’esposizione collettiva di designer internazionali di Din – Design In. Organizzata da Promotedesign.it, Din – Design In racconterà i prodotti e i progetti di più di 100 designer, aziende e accademie di design da tutto il mondo – il 70% dei designers partecipanti saranno infatti stranieri – all’interno di un imponente capannone industriale di 2.000 metri quadri, cifra industrial del distretto. Confermata anche per il 2019, in concomitanza con l’evento, la presenza di un’area di circa 300 metri quadri dedicata al Temporary Shop con le creazioni di gioielleria contemporanea selezionate da Artistarjewels.com, mentre nello spazio esterno, di solito occupato dai food truck, verrà realizzato un giardino d’inverno con installazioni sensoriali.

Social Hotel Regeneration designed by Simone Micheli, negli spazi di Officina Ventura 14, ritornerà per il secondo anno e si tingerà di social per il 2019. Hospitality, smart technology, e avanguardia progettuale si fonderanno per dare vita a un happening in cui gli ambienti che normalmente compongono la struttura alberghiera (area notte, area bagno, suite, hall, bar, co-working space, conference room, looker room, wellness area) assumono forme inaspettate, basate sulle mutate esigenze dell’uomo contemporaneo e volte a favorire l’interazione, lo scambio di informazione e l’ibridazione delle funzioni. Tutti gli elementi saranno collegati a un network principale, cuore pulsante dell’installazione, che catalizzerà l’attenzione e guiderà le differenti risposte spaziali e funzionali sulla base dell’interazione live che avverrà con i visitatori della mostra.

Carimati, azienda storica della bergamasca, nel 2019 festeggerà il centenario con una speciale installazione in Via Ventura, 6. Da sempre conosciuta per la realizzazione di banchi bar, oggi Carimati grazie all’esperienza maturata nell’utilizzo dei materiali e all’aggiornamento costante sulle tecnologie e i nuovi trend, è in grado di offrire un servizio “su misura”, dall’arredo per locali pubblici, hotel, franchising, negozi, centri commerciali fino all’esecuzione di progetti per residenze private. Per l’occasione, lo spazio verrà ideato e allestito in collaborazione con Poli.Design fondato dal Politecnico di Milano, attraverso un workshop dedicato. Il progetto avrà come obiettivo la realizzazione di un ambiente dell’ospitalità atto a soddisfare le aspettative di un utente sempre più esigente e ”connesso”.