Bankside, hub creativo

A Londra, il nuovo Bankside Autograph incorpora tutto l’ethos del South Bank e la vivacità culturale e artistica del quartiere. Un legame sottolineato dalla presenza di uno spazio permanente nel quale artisti emergenti avranno la possibilità di creare ed esporre le loro opere, a pochi passi dalla Tate Modern

Previous Next

Bankside, parte del brand Autograph Collection Hotels del gruppo Marriott, è un nuovo hotel di design che sorge sulla sponda sud del Tamigi. Progettato da Dayna Lee del Powerstrip Studio di Los Angeles, l’interior design si ispira all’ethos e alla vivace estetica tipica del South Bank. Come ha sottolineato la stessa progettista: “Bankside ha lo stile di una scuola d’arte con un tocco di raffinatezza, e un chiaro apprezzamento per le collezioni di metà secolo e per i disegni in bianco e nero”. Lee, inoltre, ha chiaramente voluto rendere omaggio al patrimonio artistico del quartiere, commissionando ad artigiani locali la realizzazione di alcuni elementi chiave. Tra questi, Laura Carlin, ceramista e illustratrice londinese, è l’autrice di due murali composti da piastrelle illustrate con storie del South Bank, mentre Malgorzata Bany, artista e designer di Londra, ha invece creato una particolarissima serie di tavoli.

Il tema artistico caratterizza tutto il concept dell’hotel grazie alla presenza della galleria White Cube e di un hub creativo permanente nel quale artisti emergenti avranno la possibilità di realizzare ed esporre le loro opere a rotazione, a pochi passi dalla Tate Modern Gallery. Situato al piano terra dell’hotel l’hub creativo del Bankside si aggiunge alla vibrante scena artistica del quartiere e prevede già un ricco calendario di performance, conferenze, anteprime ed eventi che offriranno esperienze nuove e culturalmente stimolanti a tutti i suoi ospiti.